Un grande violoncellista per ricordare la profesoressa Ruminelli

Il concerto di Alessandro Palmeri si terrà il 16 settembre

DOMODOSSOLA -Il calendario degli eventi dell’Associazione Culturale Mario Ruminelliprosegue con il quarto incontro, una serata d’autore dedicata a Johann Sebastian Bach e alle sue più conosciute opere per violoncello, durante la quale verrà ricordata la professoressa Paola Ruminelli, presidente dell’Associazione, scomparsa improvvisamente alla fine di luglio.

La nuova stagione culturale di Domodossola è stata infatti fortemente voluta, per il legame profondo di entrambi con la città, da Paola Ruminelli in ricordo del padre Mario, docente di conservatorio e insigne violinista. Grazie all’intervento filantropico della professoressa, tutti gli appuntamenti della rassegna sono ad ingresso gratuito (fino ad esaurimento dei posti disponibili).

L’appuntamento – in attesa di uno degli eventi clou della rassegna, l’incontro con Philippe Daverio del prossimo 13 ottobre – è per venerdì 16 settembre alle ore 21.00 nella Chiesa di San Giuseppe del Convento delle Suore Rosminiane, in via Paolo Silva a Domodossola dove il celebre violoncellista Alessandro Palmeri interpreterà la Suite n. 2 in re minore per violoncello solo e la Suite n. 1 in sol maggiore per violoncello solo inframmezzate dal VI Ricercare per violoncello di Domenico Gabrielli.

Nella splendida acustica della Chiesa di San Giuseppe riecheggeranno le prime due delle Sei Suite per violoncello solo di J.S. Bach (1685-1750),opere tra le più conosciute e amate del compositore tedesco, campionario di difficoltà tecniche nel quale aleggia un’evidente natura didattica. Alessandro Palmeri ha deciso di affiancarle a un’opera senz’altro meno conosciuta, il sesto dei Sette ricercare per violoncello di Domenico Gabrielli (1659-1690),virtuoso del violoncello le cui composizioni, per quanto pressoché sconosciute a causa della prematura scomparsa del compositore, rappresentano la prima tappa importante per lo sviluppo della musica per violoncello solo.

Alessandro Palmeri si è formato alla scuola violoncellistica palermitana, frequentando in seguito diversi corsi di perfezionamento. Ha tenuto concerti in Europa, Russia, Canada, Stati Uniti, Sud America, Israele, Giappone per conto di prestigiose istituzioni musicali.  Ha collaborato stabilmente con l’orchestra da camera Gli Armonici e con lo Zephir Ensemble, con il quale ha realizzato un interessante percorso rivolto alla musica del novecento e contemporanea e all’improvvisazione.
Negli anni ’90 si è avvicinato al repertorio barocco con strumenti originali, attraverso collaborazioni con vari ensembles di musica antica, suonando con musicisti quali Jordi Savall, Cecilia Bartoli, Ottavio Dantone, Christophe Coin, Diego Fasolis.  Ha fondato Il Ricercar Continuo, ensemble dedito al repertorio barocco per strumenti bassi; collabora stabilmente con Imaginarium, con I Barocchisti e con Accademia Bizantina con i quali ha partecipa ad importanti produzioni concertistiche e discografiche. Ha collaborato come primo violoncello con l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado e collabora e con l’orchestra Cipango di Tokyo. Di recente è stato invitato a far parte dell’ensemble Le Musicienne du Princefondato da Cecilia Bartoli in residenza all’Opera di Montecarlo.

 

 

fonte:  http://www.ossolanews.it/ossola-news/un-grande-violoncellista-per-ricordare-la-profesoressa-ruminelli-3664.html