Le vie dei pellegrinaggi sulle Alpi nel nuovo libro di Zanzi e Rizzi presentato a Domo. Video

DOMODOSSOLA- 23-03-2018- Il viaggio lungo le vie dei pellegrinaggi, tra vicende storiche e atmosfere suggestive è raccontato nel volume   “Le Alpi, i cammini dello spirito. Passi, ospizi e vie dei pellegrini” presentato venerdì  23 marzo  in Cappella Mellerio  a Domodossola. Si tratta  del nuovo libro di Enrico Rizzi e di  Luigi  Zanzi, edito dalla Fondazione Enrico Monti e distribuito dalle Edizioni Grossi.   Fiorella Mattioli Carcano, studiosa della vita dei santi alpini, Lino Cerutti, ricercatore di storia locale e coordinatore del Comitato del Millenario di San Bernardo e il moderatore  Massimo Gianoglio hanno affiancato Rizzi per questo evento di presentazione  realizzato con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Città di Domodossola e dell’Associazione Culturale Mario Ruminelli di Domodossola. L’opera è nata in occasione della celebrazione del millenario della nascita di San Bernardo d’Aosta, patrono delle Alpi.  La storia degli ospizi e dei pellegrinaggi attraverso le Alpi visse la sua stagione cruciale, con la scoperta e civilizzazione dei territori alpini, proprio con la fondazione dell’ospizio voluto da San Bernardo a metà dell’XI secolo.  Finiva allora, per le Alpi spopolate e selvagge, il medioevo profondo e iniziava così  l’età degli ospizi sui valichi dei pellegrini diretti in Galizia, a Roma o in Terrasanta. Età e vicende di cui il libro ricuce la storia, passo per passo, cammino per cammino. Fiorella Carcano ha offerto un suo ricordo personale del compianto Luigi Zanzi, coautore con Rizzi del volume: ” Zanzi ha insegnato a noi storici del cristianesimo la metodologia, la capacità di leggere i documenti come momenti di vita delle persone. La montagna è il luogo sacro per eccellenza. È il camminare verso l’alto, il ricongiungersi con il divino. ”

Cammini che possono tornare ad essere nuovi, se nei passi dei pellegrini d’oggi non si perde l’eco di questo mondo misterioso e affascinante di cui la credenza popolare ha nutrito la storia delle Alpi.  Il mondo di silenzi e paure sopravvive in realtà ancora oggi nella magia delle alte valli, dove sono rimaste impresse nella neve millenaria le impronte di San Bernardo,  che ha esorcizzato i ghiacciai e incatenato i diavoli dei valloni infernali, come riporta l’autore Enrico Rizzi che durante la serata  ha ricordato con affetto e commozione il collega Zanzi con la sua passione per la montagna e per l’Ossola. Durante la presentazione il pubblico  ha potuto anche apprezzare le opere sotto forma di pannelli,  della mostra itinerante  “I cammini dello spirito” esposti solo in questa particolare occasione.

 

foto: Luigi Framarini