Con De Chirico e De Pisis inizia il nuovo corso di Palazzo San Francesco

DOMODOSSOLA – 09-07-2018 – Una mostra destinata a richiamare pubblico e l’attenzione dei media sulla città, quella che dal 14 luglio al 31 ottobre sarà allestita in Palazzo San Francesco. Due giganti del ‘900 italiano De Chirico e De Pisis per un titolo che esemplifica il particolare sguardo sul mondo dei due artisti: “La mente altrove“. La mostra, rimarcano gli organizzzatori segna anche “l’inizio di un nuovo corso per i Musei Civici di Domodossola con la nomina di Antonio D’Amico a conservatore delle Raccolte d’arte del Comune”.

D’Amico – spiegano – cura una esposizione innovativa, che pone i grandi maestri De Chirico e De Pisis per la prima volta a confronto con le nature morte del Seicento Napoletano. Inoltre dopo essere stata ammirata nei più grandi musei internazionali dal MoMa al Metropolitan, la mostra espone anche la celebre Natura morta del 1942 che Giorgio Morandi taglia davanti a Carlo Ludovico Ragghianti, un’opera rara e preziosa che testimonia l’amicizia dell’artista con il famoso critico. Nel percorso espositivo anche un’inedita ambientazione metafisica, che mette in dialogo una poltrona originale dipinta da De Pisis con gli arredi provenienti dalle collezioni di Palazzo Silva a Domodossola, regalando un’atmosfera sospesa ed evocativa“.
Ad accompagnare l’evento espositivo una serie di eventi collaterali.

Per “Note d’Arte” la Notte Bianca di Domodossola, sabato 14 luglio dalle 20,30 è in programma una visita guidata della mostra col curatore, con biglietto cumulativo al costo di 6 euro che consente di visitare anche la mostra a Casa De Rodis.

Inoltre Tones on the Stones, la città di Domodossola e la Fondazione Ruminelli presentano in piazza Rovereto una installazione video ispirata alle opere di Giorgio De Chirico. Lo spettacolo è realizzato da Aesop Studio, collettivo di artisti specializzato nel settore multimediale, cinematografico e della video arte, ed è accompagnato dalle note di Giacomo Ronchini al pianoforte, noto “enfant prodige” e oggi apprezzato esecutore e compositore.