L’Otello promosso dai Lions inaugura la stagione estiva alla cavea della Torretta

La cavea della Torretta di Domodossola ha inaugurato ieri sera la stagione estiva con “Otello” tragedia  shakespeariana, in un adattamento portato in scena da un unico attore: Carlo Decio.  Un atto unico secondo le tecniche del teatro di narrazione per lo spettacolo prodotto dal teatro Indaco e dal Campo Teatrale la Fabbrica, per la regia di Mario Gonzales, attore e regista, storico esponente del Theatre du Soleil. Promotore dell’evento il Lions Club di Domodossola insieme all’ associazione e fondazione Ruminelli.   Gianpaolo Fabbri presidente del Lions Club domese spiega: “Associazione e Fondazione Ruminelli ci hanno aiutato moltissimo nella ristrutturazione di questo monumento, della Torretta che  è simbolo della nostra  città  e noi ci siamo impegnanti per tre anni ad offrire alla città uno spettacolo, questo è il primo: ”  Questa originale  versione dell’ Otello è nata  dalla collaborazione tra Gonzales e Decio. È quest’ultimo a  interpretare nel monologo  i vari personaggi dell’ opera del Bardo. Otello, con la sua ricchezza, il potere e il prestigio non può nulla contro l’ossessione che lo divora, è accecato dalla gelosia folle verso la bellissima e fedele moglie Desdemona. L’attore lecchese ha interpretato i personaggi della tragedia, con intensità drammatica ma anche sapiente ironia. Successo di pubblico, nonostante la pioggia, che ha costretto tutti gli astanti a ritirarsi nel terrazzo coperto della torretta.

 

 

Elisa Pozzoli