Roberto Olzer “Musica Online”

Roberto Olzer
2020

Informazioni Evento

  • 22 Maggio 2020
  • 18:00 - 18:15
ruminelli.it

Roberto Olzer Musica Online

 

PROGRAMMA

L’Associazione Ruminelli annulla i propri eventi di primavera.
Il budget verrà devoluto in beneficenza e la grande musica verrà offerta online

 

L’Associazione Culturale Mario Ruminelli, costretta dalla pandemia in corso a rinunciare a parte della propria stagione 2020, intende comunque manifestare alla Comunità ossolana i sensi della propria affettuosa vicinanza.

Tre le iniziative programmate, unitamente al direttivo della Fondazione Paola Angela Ruminelli.

La prima, rivolgendo un pensiero alle persone colpite da malattia, consiste nella donazione all’Ospedale San Biagio della somma di 5.000 euro, in origine destinata alla rassegna “Voglia di Jazz” programmata proprio in questo periodo dopo il bell’esordio della passata stagione.

La seconda, pensata in collaborazione col maestro Roberto Olzer per essere vicini a chi è isolato in casa, consiste nel postare sui canali web dell’associazione, sito (www.ruminelli.it) canale You Tube (https://www.youtube.com/channel/UCAH0futfOSHVROOu4TLdMpQ) e pagina Facebook (www.facebook.com/associazionemarioruminelli), video di concerti e dirette streaming di performances dell’artista, in parte inedite. Il maestro Olzer, che ringraziamo, provvederà personalmente a commentare e ad introdurre I brani di diverso genere che saranno presentati.

La terza iniziativa consiste nella prossima pubblicazione sul sito dell’Associazione di un archivio che conterrà gran parte dei concerti realizzati nel corso delle ultime stagioni, permettendo cosi agli appassionati di ascoltare, o riascoltare, momenti di grande musica.

L’Associazione e la Fondazione Ruminelli, in attesa di poter quanto prima riprendere le proprie attività, augurano che questo difficile momento di dolore, di sacrificio e di inquietudine venga al più presto superato.

BIOGRAFIA ROBERTO OLZER

Diplomato in Organo e Composizione Organistica al Conservatorio ‘G. Verdi’ di Milano sotto la guida del M° Giancarlo Parodi e, con il M° Alberto Magagni, in pianoforte al Conservatorio di Mantova, si dedica ben presto all’apprendimento e allo sviluppo delle tecniche improvvisative nel repertorio jazzistico grazie alla frequentazione di Ramberto Ciammarughi.

Laureato a pieni voti in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano, affianca all’attività didattica quella compositiva (con vari lavori pubblicati, tra i quali il brano ‘Per Geometrico Destino’ per Soli, Coro e Orchestra, commissionato dal comitato italo-elvetico per le celebrazioni del centenario del traforo del Sempione), quella di arrangiatore, per svariate formazioni tra le quali l’Orchestra Sinfonica del Teatro Coccia di Novara e il Decimino di Ottoni del Teatro la Scala di Milano. Per quest’ultimo, ha arrangiato – tra le altre partiture – un Omaggio a Nino Rota, una Suite dedicata a John Williams, e la Rhapsody in Blue di Gershwin, in cui si è anche proposto quale pianista solista. Da ultimo, l’unione del Decimino con il Roberto Olzer Trio ha prodotto lo spettacolo ‘American Sweets’ che ha debuttato nel luglio 2015 nella rassegna ‘Tones on the Stones’.

Numerose anche le frequentazioni in ambito pop, grazie alle quali ha potuto collaborare con artiste quali Antonella Ruggiero, Tosca, Simona Bencini e Susanna Parigi.

Copiosa infine l’attività concertistica in ambito classico e jazzistico, in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Inghilterra e Giappone, tanto come pianista che come organista, in veste solistica e di accompagnatore all’interno di diversi ensemble.

Ha al suo attivo una trentina di album editi da etichette nazionali di jazz quali Abeat, Dodicilune, Splasc(h), TRJ e Caligola, ed internazionali (Atelier Sawano, Osaka, Japan). Oltre a varie collaborazioni come sideman è alla guida di un proprio Trio, a fianco di Yuri Goloubev al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria, coi quali ha realizzato tre Tour in Giappone, nel Giugno 2015, Settembre e Dicembre 2016. I loro CD ‘Steppin’ Out’ e ‘Dreamsville’ sono stati premiati dalla rivista giapponese ‘Jazz Critique Magazine’ come migliori dischi di jazz strumentale rispettivamente del 2013 e del 2016. Guida anche un proprio Quartetto, con Fulvio Sigurtà alla tromba, con il quale ha registrato per Abeat ‘Floatin’ In’. Come organista ha inciso nel 2017 il suo primo album, sull’organo Luigi Biroldi di Quarna Sotto (VB), con la partecipazione di Giancarlo Parodi e Stefano Gori al flauto.

LOCANDINA

Book your tickets

Contact event manager